FASI DI LAVORAZIONE

Porello Nocciole s.n.c. segue ogni fase della lavorazione, dalla sgusciatura alla trasformazione in prodotto finito, pronto per essere utilizzato sul banco del pasticcere come ingrediente che "regna" nei dolci più comuni e più deliziosi della cucina piemontese, e non solo.

Infatti questo prezioso ingrediente è sempre stato apprezzato come materia prima sia da una clientela artigianale come pasticcerie e gelaterie che dalle industrie dolciarie e del cioccolato.

 

Sgusciatura, calibratura e cernita

calibratura nocciole

Le prime fasi della lavorazione consistono nell'acquisto diretto delle nocciole dagli agricoltori della zona, dalla sgusciatura che consente di separare il frutto dal proprio guscio, la successiva calibratura dove il frutto viene suddiviso in base alle proprie dimensioni e la cernita su un apposito tappeto per eliminare corpi estranei residui come gusci e scarti.

Tostatura

tostatura

Le nocciole vengono sottoposte a tostatura a temperatura di circa 170°C per circa 30-35 minuti. Il tempo sufficiente ad eliminare l'umidità residua e ad esaltare gli aromi caratteristici del frutto.

Trasformazione in granella-farina

granella di nocciole

La granella e la farina derivano dal taglio della nocciola in piccoli pezzi per ottenere tre tipologie di prodotti che si differenziano in base al calibro di taglio.

Trasformazione in pasta

pasta di nocciole

La nocciola tostata può essere anche macinata e raffinata fino ad ottenere una purea perfettamente liscia e ricca di sapore.

Share by: